The Helix di Amazon, green e avveniristica

113

Futuristico, ipertecnologico e soprattutto sostenibile, Amazon sta progettando il suo nuovo quartier generale nella contea di Arlington, in Virginia, che si configura con tre grattacieli, di cui uno a forma di elica, a impatto zero e inseriti in un’ampia vegetazione, per lavorare, ma anche per rilassarsi. The Helix, il grattacielo a elica che vuole richiamare la struttura del DNA, è tutto in vetro e ospita alberi piantati su un percorso pedonale esterno a spirale, che giunge fino in cima. All’interno gli uffici per i dipendenti, ma anche spazi dedicati all’innovazione e alla creatività, con l’ospitalità di artisti. Strutturalmente, è costruito attorno a un nucleo centrale che conterrà i principali elementi meccanici dell’edificio, con l’involucro a forma di elica sostenuto da travi arcuate, ancorate a questa grande colonna interna. Le lastre del pavimento si estenderanno dal centro al perimetro esterno in varie configurazioni. Un percorso esterno imiterà una passeggiata in montagna, mentre un altro fornirà l’accesso a spazi all’aperto più contemplativi, per leggere e rilassarsi. Il complesso architettonico rappresenta l’inizio di un grande progetto per Arlington, firmato dallo studio NBBJ, per il quale Amazon prevede di investire 2,5 miliardi di dollari assumendo 25mila persone. Tutti gli edifici saranno certificati LEED Platinum (la più alta certificazione per uno sviluppo sostenibile rilasciata dal Green Building Council degli Stati Uniti), con un sistema di condizionamento climatico interno alimentato da energia rinnovabile, in modo da raggiungere l’obiettivo di Amazon di compensare le emissioni di carbonio entro il 2040.

Il principio ispiratore è quello della “biofilia”, l’innato desiderio umano di connettersi con i principi vitali, tra cui l’ambiente naturale. Secondo questa impostazione, attorno ai grattacieli ci saranno oltre 10mila metri quadri tra giardini e boschi, con alberi originari della regione, a disposizione non solo dei dipendenti ma anche dei cittadini della contea. Per questo, sono previsti bar, ristoranti, negozi, un anfiteatro per spettacoli all’aperto, uno spazio per ospitare i mercati dei contadini, un’area per cani, un’altra per lo street food, un asilo nido. Priorità viene data ai pedoni e ai ciclisti, grazie a piste ciclabili, mentre le auto avranno percorsi alternativi con parcheggi sotterranei, anche per le consegne.

La data prevista per il termine dei lavori è il 2025.

Immagine di NBBJ