ISTAT: 2020, male il florovivaismo

122

Nel 2020 la produzione dell’agricoltura si è ridotta del 3,3% in volume. Il valore aggiunto lordo ai prezzi base è sceso del 6,1% in volume e le unità di lavoro sono diminuite del 2,4%. Sono i dati emersi dalla stima preliminare dell’andamento del settore agricolo per l’anno appena trascorso diffusi dall’Istat.

L’annata non è stata favorevole per la maggior parte dei prodotti agricoli, in particolare per la produzione di olio che ha subito un drastico ridimensionamento; inoltre, la performance dell’agricoltura è stata fortemente condizionata dall’impatto della pandemia da Covid-19, in particolare per quanto riguarda le attività dei servizi e le attività secondarie delle aziende agricole.

La pandemia ha pesantemente colpito le attività secondarie (-18,9%), che comprendono quelle di agriturismo e i servizi connessi all’agricoltura (-3,8%).

Hanno subito danni anche le attività di sistemazione di parchi e giardini (-25%) e il florovivaismo, che ha perso l’8,4%.