Progetti di grande portata quelli proposti da Nemesi studio, progettisti del Padiglione Italia all’Expo 2015 a Milano. Il Campus ENI a San Donato (MI), che vedrà realizzarsi su un’area di intervento di 7ha il nuovo centro direzionale dell’azienda energetica in un’ampia operazione di rigenerazione urbana e architettura del paesaggio. Il Campus Tesi (CN), in corso d’opera, è il progetto di un polo d’innovazione caratterizzato da grande integrazione col paesaggio, su una superficie fondiaria di 3ha. Infine, il progetto NCC National Creative Cluster, a Pechino, che intende stravolgere i canoni della città tradizionale in opposizione al paesaggio e modificare quelli moderni della città-giardino, per arrivare a proporre una nuova formula progettuale in cui città e natura sono parte di uno stesso organismo definito Urban Landscape. L’area diventerà un esempio di alta sostenibilità, in cui le persone potranno vivere, creare  e divertirsi in armonia con la natura.

INCONTRI INVERTER

Myplantonline presenta alcuni studi di progettazione che propongono, attraverso brevi video, soluzioni, suggestioni e punti di vista progettuali in chiave green. Spazi pubblici e privati, riqualificazione urbana, rigenerazione territoriale, riuso del costruito sono i temi e i luoghi oggetto dell’indagine. Per immaginare e realizzare, tutti insieme, modi di vivere, lavorare e muoversi più sostenibili e a contatto con la natura.

La sezione è curata da EN SPACE network.

Previous articleIncontri Inverter: Principioattivo Architecture Group
Next articleIntervista a Emanuele Bortolotti, socio fondatore dello studio AG&P Greenspace.
Interessata al rapporto antropologico con la Natura, consegue la laurea in architettura al Politecnico di Milano con la tesi: "Dalla Land Art al Design Urbano", un fil rouge questo che segue tutta la sua carriera. Nel 1995 diventa titolare di un’impresa edile, esperienza di oltre 10 anni, dove attraverso il processo dell’organizzazione del cantiere, apprende la metodologia di lavoro da applicare a qualsiasi attività, sia da un punto di vista progettuale, sia da un punto di vista imprenditoriale. Nel 2002, dopo esperienze in studi associati, apre il proprio studio a Milano e, oltre ad occuparsi di progettazione e DL nel campo architettonico e paesaggistico, diversifica l'attività progettando e coordinando allestimenti, eventi e mostre fra i quali: Urban Solutions per Fiera Milano 2009, Culture_Nature per la Biennale di Architettura di Venezia 2012, d'Annunzio e i Giardini di Pan per il Vittoriale 2014-15-16. Nel 2006 fonda EN SPACE network, ideato per far dialogare e collaborare su numerosi progetti professionalità differenti, enti ed aziende. Molte le tavole rotonde da lei organizzate e moderate. Collabora con Myplant dal 2015, nella sezione edilizia/architettura. Fra i suoi clienti annovera: Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, Libreria Editrice Vaticana, Musei Vaticani, IPM Italia, Italtufi, Jacuzzi, per citarne alcuni. Attualmente è impegnata sul progetto L-ODO-ROSA, di cui è ideatrice e coordinatrice.