Il Dipartimento di Scienze Agrarie Forestali e Alimentari (DISAFA) di Torino sviluppa meccanismi di precisione per l’agricoltura

79

L’evoluzione della progettazione di tecnologie e la realizzazione di prototipi e di sperimentazioni di sistemi e componenti a elevato contenuto di automazione e/o robotizzati per le macchine per l’agricoltura è fondamentale in un contesto di agricoltura di precisione, sia per le colture di pieno campo che per le colture protette.

Gli ambiti di applicazione spaziano dai sistemi di rilievo automatici mediante droni e sensori terrestri per la caratterizzazione delle colture e/o dell’ambiente operativo, ai sensori e ai dispositivi di attuazione per applicazioni di precisione e a rateo variabile, allo sviluppo di macchine innovative complete. Le soluzioni tecniche individuate o in fase di studio riguardano la maggior parte delle macchine agricole, dai trattori alle macchine operatrici quali irroratrici, seminatrici, sistemi per agevolare la raccolta e attrezzature per la lavorazione del terreno.

Numerosi sono i prototipi di sistemi robotizzati ad azionamento elettrico sviluppati per operare in colture protette o in contesti di pieno campo, particolarmente difficili come quello collinare o montano.

Particolare attenzione è dedicata allo sviluppo di tecniche e metodologie innovative per l’elaborazione delle informazioni provenienti da sensori installati a bordo macchina o su droni (camere multispettrali/iperspettrali, termografia IR, laser LIDAR, fotogrammetria) con l’implementazione di modelli e algoritmi per la gestione delle operazioni colturali e il controllo automatico delle macchine operatrici.

Riferimento: Paolo Gay, Dipartimento di Scienze Agrarie Forestali e Alimentari (DISAFA), Università degli Studi di Torino, paolo.gay@unito.it

Previous articleGcnt: LAYOUT
Next articleProduzione dell’acqua dall’umidità atmosferica
Preside presso l'ITT CAT Carlo Bazzi di Milano e Vice Presidente AIAPP sez. Lombardia con delega alla formazione, libero professionista, ha sviluppato importanti esperienze lavorative sul paesaggio sia in ambito privato che in ambito pubblico in Italia e all'estero. Dal 1994 cultore della materia e dal 2010 al 2016 è stato docente a contratto di Architettura del Paesaggio presso il Politecnico di Milano, dove ha portato avanti ricerche e progetti sul Landscape e sulle smart land. Docente presso la Scuola Arte e Messaggio nel Corso di Progettazione dei giardini. Consulente di Myplant&garden dal 2015 e Responsabile del progetto Myplantech.