Gcnt: CREARE ESPERIENZE DI SHOPPING CON LA LUCE

191

Quando si parla Green Retail e di Green Visual Merchandising non si può prescindere dal considerare il tema della luce.

In sinergia con il nostro evento Garden Center New Trend, la professoressa Paola Bertoletti (architetto lighting designer, docente in Lighting design presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano, docente e tutor del Master in Lighting Design & LED Technology presso il Politecnico di Milano) ci introduce al tema dell’illuminazione nel mondo retail con alcune interessanti note.

In attesa di mettere in campo la conferenza e il contest “illumina il tuo garden” nella prossima edizione di Myplant & Garden 2021, ho chiesto alla professoressa Bertoletti di condividere con noi alcune interessanti note.

Ecco cosa ci racconta:

La luce è uno strumento di marketing

L’esperienza perfetta di shopping, qualunque sia il punto vendita, risiede nella capacità di attirare, coinvolgere e convincere il cliente creando l’ambiente giusto, rendendo lo shopping un’esperienza che lo porti a rimanere più tempo nel negozio e acquistare di più.

Fondamentale è rafforzare i concept commerciali specifici, personalizzare l’illuminazione in base ai periodi stagionali, trasformare il punto vendita in uno spazio comunicativo nel quale le persone si sentono vicine al brand e, soprattutto, estendere il brand oltre il prodotto, facendo sì che entri nella dimensione dello stile di vita.

Anche nell’era digitale che stiamo vivendo, il successo del punto vendita come un garden center tradizionale dipende sempre più dalla capacità di rendere attrattivo il suo spazio fisico, creando un ambiente unico e stimolante dove i clienti trovino piacevole trattenersi per scoprire i diversi prodotti.

Tra i diversi fattori che contribuiscono a elevare la qualità dell’esperienza nei punti vendita, c’è senza dubbio l’illuminazione. Un elemento strategico che raramente viene preso nella giusta considerazione nella scelta del posizionamento di mercato.

Uno degli strumenti che contribuisce a differenziare il garden center è quindi l’illuminazione, che non significa solo rendere più luminosi i suoi spazi, interni ed esterni, cercando di risparmiare sui costi, ma soprattutto supportare l’attività di marketing e vendita, contribuendo alla loro efficacia.

L’illuminazione permette di creare un forte richiamo per il punto vendita, di far risaltare le piante, i fiori e i prodotti a scaffale con un’eccellente resa cromatica dei colori, ma anche di riflettere stati d’animo con coinvolgimenti emotivi e sensoriali, contribuendo a definire l’ambiente giusto per migliorare l’esperienza d’acquisto da parte del cliente.

L’illuminazione nel commercio, infatti, non è semplicemente illuminare lo spazio di vendita. Si tratta invece di un’importante leva di marketing che deve accompagnare e orientare il cliente nei momenti chiave dell’esperienza di acquisto. A partire dalla vetrina o dall’area esterna di un garden center, che può rafforzare l’attrazione e dare maggiore comunicazione. Ma anche all’interno del negozio stesso, dove una soluzione di illuminazione può creare ambientazioni differenziate e orientare il cliente tra i corner e le corsie. Anche i prodotti, siano piante, fiori o per esempio l’arredamento, se correttamente illuminati possono esaltare meglio i colori, la freschezza o i dettagli di lavorazione, invogliando il cliente all’acquisto.

PER I PUNTI VENDITA LA LUCE è:

-visibilità
-attrazione
-comunicazione
-ambientazione
-creazione di effetti
-intrattenimento
-valorizzazione dei prodotti
-qualità del lavoro dei dipendenti

Se fino a oggi, solitamente, ci si basava su una logica di prodotto – quindi il corpo illuminante da acquistare -, ora per valorizzare al meglio il nostro spazio è necessario passare alla logica di soluzione. Le nuove soluzioni con le tecnologie attuali ci consentono di ottenere vantaggi qualitativi, esperienziali, quantitativi economici (durata di vita dei corpi e consumi) e di sostenibilità ambientale.

Possiamo riassumere in tre voci la capacità della luce nell’aiutarci a creare il negozio che desideriamo:

1: Riduzione del consumo di energia: l’uso del LED aumenta il risparmio energetico fino al 40%. Combinato con sistemi di dimming e controllo, il consumo può essere ridotto di un ulteriore 35%.

2: Miglioramento dell’aspetto della vostra merce: l’illuminazione d’accento e del prodotto sono apprezzati dai cliente e aumentano le vendite.

3: Miglioraramento dell’atmosfera generale: l’illuminazione aiuta a creare un ambiente accogliente per il cliente, migliorando l’esperienza di acquisto e aumentando il tempo di permanenza all’interno del negozio stesso.

La luce ha un ruolo decisivo nella vita di ciascuno, è in grado di infondere energia e creare emozioni. La luce è un elemento fondamentale nel supporto delle attività di marketing e delle promozioni all’interno del negozio, data la sua capacità di influenzare i comportamenti e orientare le scelte, creando ambientazioni diverse in funzione delle differenti aree e tipologie di prodotto.

Previous articleGcnt: LAY OUT – LE AREE CHIAVE
Next articleSementi hobbistiche
Erica Cherubini è Green Visual Merchandiser. Attiva in ambito green dal 1996. Da 5 anni collabora con Myplant&Garden alla realizzazione dell’evento GCNT-Garden Center New Trend. Attenta alla dinamicità del mercato crea scenografie per eventi, stand fieristici, Garden Center e spazi commerciali legati al verde. Insegna trasmettendo metodo e passione Green Visual Merchandising con progetti formativi personalizzati.